Scusate il ritardo

A quei due che, in passato hanno letto questo blog, chiedo scusa per non aver più scritto nulla ma, nel frattempo, ho avuto una bambina e la vita si è fatta più impegnativa.

Ma ho continuato a fare torte, ovviamente. Prima della sua nascita le ho dedicato questa torta-nido:

Image

Giochiamo, papà?!

Non avevo nessuna voglia di festeggiare, ma la festa non era per me e ho provveduto, comunque, alla torta.

Amo usare le caramelle quando ci saranno dei bambini a mangiare la torta. Avevo delle caramelle a forma di mattoncini Lego comprate da Dan&DeLuca a New York. Non c’era modo migliore di usarlo se non per un papà che ama i Lego.

Velocemente…è venuta fuori questa torta:

 

4,8,15,16,23,42

Lost: che passione!

Cosa può fare un telefilm quando è ben fatto, avvincente, curato.

Lost è terminato e ha lasciato molte domande, molta nostalgia e migliaia di appassionati che si sentono orfani e anche molti ex appassionati polemici.

Una torta ispirata a Lost è un mondo di sensazioni, emozioni. Il mare, l’aereo, l’isola, la sabbia….

 

 

E, ovviamente, la festa è stata a tema:

 

Casa nel verde

E la scelta ecosalutista di trasferirsi in campagna? Saggezza o follia?

Vivere tra farfalline e zappette non è male, sulla carta. Ma non rischia di essere troppo noioso?! Non ho una risposta. Posso solo dedicare una torta ad un’ amica che ha trasferito tutta la sua vita in una “casa nel verde”, con tutta la sua buffa corte di animali.

Ed è nato il giardino di Angel:

 

 

 

Un ottimo raccolto…dolcissimo!

 

Ah le mamme!

C’era una volta una bella ragazza dagli occhi verdi che andò a vivere tra i boschi con il suo principe azzurro. Avevano scelto una bella casetta col camino,  un giardino pieno di fiori e un piccolo orto.

La sua mamma, che la amava tanto, era orgogliosa e felice e volle festeggiare il nuovo nido della sua piccola.

 

Che impresa!

Pesava quasi 4 kili. Interamente farcita, anche nel tetto.